Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione: Avviso pubblico per selezione soggetti collaboratori

Febbraio 14, 2019

Avviso pubblico per la selezione di soggetti collaboratori, in qualità di Partner del Comune di Campobasso, interessati alla presentazione di proposte progettuali a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – OS2 – ON3 Capacity building – lettera j) Governance dei servizi – Supporto agli Enti locali ed ai rispettivi servizi socio-assistenziali.

L’avviso scadrà il giorno 28/02/2019 alle ore 12:00.

Si precisa che l’Avviso precedentemente pubblicato è stato ritirato poiché la determinazione dirigenziale che lo approvava non era ancora divenuta esecutiva. Pertanto si precisa che l’Avviso in pubblicazione è la versione unica e definitiva a cui gli operatori economici possono rispondere dal giorno 14/02/2019 alle ore 12:00 del giorno 28/02/2019

Avviso pubblico

Tirocini di Inclusione per detenuti e affetti da dipendenze

Gennaio 17, 2019

Avviso pubblico rivolto agli Ambiti Territoriali Sociali per l’attivazione di tirocini di inclusione sociale rivolti a soggetti a rischio di esclusione sociale: detenuti, soggetti in misura alternativa alla detenzione o in misura di sicurezza, soggetti affetti da dipendenze. Termine presentazione domande, ore 12.00 del 18/02/2019.  

Avviso

Allegato A (SERT)

Allegato B (UEPE)

Allegato C (SERT E UEPE)

Allegato D (ISTITUTO PENITENZIARIO)

Avviso pubblico, ammissione ai Centri socio educativi

Gennaio 8, 2019

Sono messi a concorso complessivamente n. 20 posti (n. 10 sono disponibili presso il CSE “Peter Pan” e n. 10 presso il CSE “G. Palmieri”).

Il presente bando, rimesso in allegato, è rivolto a persone riconosciute diversamente abili, non determinata in via esclusiva da patologia psichiatrica,sia uomini che donne, di età compresa tra i 18 ed i 64 anni, nonché ai minori tra i 12 ed i 17 anni (questi ultimi in numero non superiore al 50% dei posti complessivamente disponibili) ai sensi della L.104/1992 anche in condizione di gravità (art. 3, comma 3). La scadenza è fissata per il giorno 8 aprile 2019.  

Avviso pubblico

Regolamento

Modello domanda   

Modulo trasporto                                                                           

Domanda di partecipazione ai laboratori sportivi e ambientali per minori di età compresa tra 14 e 17 anni

Luglio 7, 2021

Domanda di partecipazione ai laboratori sportivi e ambientali per minori

Detta domanda, debitamente compilata, deve essere inviata al seguente
indirizzo pec comune.campobasso.protocollo@pec.it, oppure, consegnata a
mano, presso lo Sportello dei Servizi alla Persona del Comune di
Campobasso alla Via Cavour n. 5 Piano terra.
La consegna delle domande potrà avvenire allo Sportello nelle seguenti
giornate:
il Martedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00;
il Giovedì’ dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00.

La stessa dovrà essere consegnata entro le ore 12:00 del giorno 20 luglio
2021.

 

Modello di domanda

 

 

Convegno sull’Assegno Unico e Universale. Gravina: ancora una volta l’ATS di Campobasso ha dimostrato il suo attivismo e prontezza sulle nuove misure

Luglio 5, 2021

Assegno Unico e Universale, l’Ambito Territoriale Sociale di Campobasso apre il dibattito a livello regionale e forma gli operatori. In data 2 luglio 2021, presso la sede del GIL di Campobasso, si è tenuto il convegno sull’avvio della riforma voluta dal Governo a sostegno delle famiglie con figli. Una misura rivoluzionaria, avviata il 1° luglio e allargata, in questo periodo ponte, a chi non percepisce aiuti, come autonomi e disoccupati, e che gradualmente andrà ad assorbire tutte le misure di assistenza in vigore, fino ad entrare a regime nel 2022. Il convegno ed evento formativo ha ricevuto il patrocinio della Regione Molise, del Comune di Campobasso e la collaborazione del Gruppo AWA (ASSeL, Welcome e Agorà) e Uci – Unione Coltivatori Italiani coordinamento regionale Molise. Ha aperto e moderato i lavori il Direttore dell’ATS di Campobasso, Vincenzo De Marco, “l’assegno unico e universale cambia totalmente gli scenari attuali, sia come visione che come intensità del sostegno alle famiglie – ha detto De Marco – una misura ancor più necessaria considerando il frangente storico. Certamente, condizionerà anche noi addetti ai lavori, chiamati a confrontarci e coordinarci al fine di darne la più piena e concreta applicazione”. A salutare gli amministratori locali in sala e le figure professionali intervenute, è stato il Presidente del Comitato dei Sindaci dell’ATS di Campobasso, Roberto Gravina, “anche in questa occasione, l’Ambito Territoriale Sociale di Campobasso, con le sue 25 amministrazioni comunali, ha dimostrato tutto il suo attivismo e la prontezza nell’affrontare tematiche nuove, dalle quali dipenderà la tenuta sociale del nostro Paese – il giudizio del Sindaco di Campobasso – una misura che ritengo rivoluzionaria, che mette realmente la persona al centro di tutto e che apre a nuove frontiere. Va interpretata in senso assolutamente positivo e dimostra in pieno l’attenzione del Governo verso le famiglie con figli”. A rappresentare l’Istituto che erogherà l’assegno unico universale, è stato il direttore regionale vicario INPS Molise, Fabrizio Giorgilli, accompagnato dal responsabile Welfare, Maurizio Mastropietro. Giorgilli si è detto onorato di essere partner dell’Ambito sociale di Campobasso, “la nostra è una grande amministrazione che sta andando verso la semplificazione per arrivare di più e meglio ai cittadini e alla persona – ha aggiunto il direttore vicario – dobbiamo fare tutti la nostra parte e uniti lo sforzo di creare una visione comune, potenziando il rapporto interistituzionale. In questa era post Covid-19, c’è l’impellenza di affermare la centralità della persona nella comunità, a partire dalla famiglia”. L’università degli Studi del Molise, ha voluto dare il suo contributo al convegno con la presenza del presidente del corso di Laurea in Scienze del Servizio sociale, Daniela Grignoli. Dopo una chiara e non poco preoccupante analisi del sistema regionale, con un tasso di natalità, occupazione femminile e disagio sociale oltre il livello di soglia, Daniela Grignoli ha rimarcato la necessità di misure a sostegno delle famiglie, “ben venga l’assegno unico, una misura innovativa, che raccoglie quelle vecchie e che al contempo evidenzia come forse siamo ancora indietro in materia di welfare. Più misure per la famiglia – ha concluso la Grignoli – equivale a dare più opportunità per il futuro e concrete basi per risollevare il Paese”.  L’onorevole Antonio Federico, in qualità di componente della Commissione Affari sociali della Camera, ha voluto dare la dimensione più ampia del pacchetto che sta approntando il Parlamento italiano, nel quale rientra lo stesso assegno unico universale, “il Family act al quale stiamo lavorando – ha detto Federico – prevede un insieme di interventi che si integrano tra loro e mi riferisco agli sconti sugli asili, agevolazioni affitti giovani coppie, detrazioni per le famiglie con ragazzi che studiano, acquisto libri universitari, congedi parentali, indennità per madri lavoratrici. Un lavoro che tiene conto di tutte quelle che sono oggi le difficoltà incalzanti di una famiglia e le mette a sistema”. A chiudere i saluti istituzionali è stata l’assessore alle Politiche sociali della Regione Molise, “questi momenti di confronto sono il propellente indispensabile per far partire le riforme – ha detto Filomena Calenda – avere la capacità e l’intuizione di mettere insieme tutti i partner della misura e gli addetti ai lavori, in questo avvio di riforma è un grande merito che va riconosciuto all’Ambito Territoriale Sociale di Campobasso. Riuscire a lavorare insieme e a coordinarsi, creare la rete interistituzionale – ha chiuso Calenda – viene ancor prima dell’impegno che ogni partner deve mettere per l’attuazione e la messa in opera dei sostegni”. Il momento formativo previsto dal convengo è stato affidato ad Alessandro Ciglieri, esperto in progettazione e attuazione di interventi sociali, apprezzato a livello nazionale. Ciglieri ha suddiviso il suo intervento in tre argomenti: i benefici economici per le famiglie con figli a carico; l’assegno unico e universale; il decreto “ponte” assegno temporaneo per i figli minori. Al termine della formazione, Ciglieri ha risposto alle numerose domande della sala, un momento formativo all’altezza delle attese, accreditato presso l’Ordine delle Assistenti sociali, presso l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili, riconosciuto ai fini della formazione continua per i Consulenti del Lavoro.

 

La misura:

Dal 1° luglio 2021 è partito l’assegno unico per i figli, approvato con decreto del Consiglio dei Ministri. Saranno due le fasi di attuazione: da luglio a dicembre è previsto un assegno ponte destinato a diventare strutturale e universale dal 2022. L’assegno ponte di sei mesi, rivolto a famiglie con figli da 0 a 18 anni, con una cadenza mensile e calcolato in base all’ISEE e il numero dei figli minorenni, interesserà solo i disoccupati e titolari di Partita IVA, cioè coloro che sono esclusi dagli attuali assegni familiari rivolti esclusivamente ai lavoratori dipendenti. Il limite dell’ISEE è di 50mila euro: per godere di tale misura non si potrà superare questa soglia e più il valore si avvicina ad essa e minore sarà il contributo. Il beneficio medio è pari a 1.056,00 euro per nucleo familiare e 674, 00 euro per figlio. La stima parla di 2 milioni di famiglie interessate, dove rientrano quindi soggetti inattivi, percettori di Reddito di Cittadinanza, lavoratori autonomi, come anche dipendenti che oggi non beneficiano degli assegni familiari per via del reddito familiare. Anche gli attuali nuclei che ricevono gli assegni familiari saranno interessati indirettamente, in quanto dal primo luglio avranno una maggiorazione dell’aiuto. La domanda dell’assegno ponte va presentata a partire dal 1° luglio 2021 in via telematica all’INPS o presso Caf e Patronati. L’assegno, esente ai fini Irpef, decorre dal mese di presentazione della domanda e viene erogato su Iban del richiedente o mediante bonifico domiciliato.